Assistente virtuale. Qual’è il più intelligente?

Qual’è l’assistente virtuale più intelligente?

Qui da noi non è ancora approdata Alexa, l’assistente virtuale di Amazon, per cui per il momento la lasciamo da parte, anche se negli Usa è molto utilizzata.

 


Gli assistenti virtuali si stanno diffondendo tra il pubblico ,e rappresentano una delle tendenze più popolari della tecnologia. Ma tra Siri, Cortana e Google Assistant qual’è il più intelligente?

Annulamente si svolge un test per verificare lo stato attuale della programmazione di questi strumenti: l’Annual Digital Assistant IQ Test condotto da Loup Ventures, dove a quanto pare l’assistente virtuale di Google ha primeggiato su Siri, Alexa e Cortana.

 

Come si è svolto il Test Assistente Virtuale

Il test è stato condotto per valutare le loro capacità su uno smartphone.

All’assistente virtuale sono state poste circa 800 domande riguardanti:

  • Conoscenza locale e geografica
  • Domande relative al commercio con ricerca di prodotti e ordini di merci
  • Capacità di navigazione
  • Domande generali su intrattenimento come programmazione TV, film, artisti, musicisti, mostre, musei ecc.
  • Comandi per eseguire attività come l’impostazione di un allarme o la riproduzione di un podcast.

Le risposte sono state valutate in base a due parametri da loupventures:

1. Ha capito cosa veniva chiesto?

2. Ha fornito una risposta corretta?

Durante il test, l’assistente virtuale di Google è stato in grado di rispondere correttamente all’86% delle domande, mentre Siri di Apple era al 79%. Alexa di Amazon ha preso il terzo posto rispondendo correttamente al 61% delle domande durante la valutazione, mentre il Cortana di Microsoft è rimasto molto più indietro con solo il 52% delle domande risposte correttamente.

Nonostante il primato di Google Assistant c’è da considerare che Siri ha una capacità di linguaggio più flessibile rispetto agli altri, specialmente nel controllo da telefono della casa, e soprattutto nella ricerca di contenuti musicali.

 

Google primeggia, non a caso, sulla quantità di informazioni che è in grado di restituire da una ricerca.



Ovviamente ci si limita a fotografare lo stato attuale dell’arte, perchè la programmazione dell’assistente virtuale è in continuo miglioramento.

 

Vi basti pensare che Google ha migliorato tantissimo in quest’ultimo anno conquistando la pole position, ma il rilascio di iOS12 probabilmente farà guadagnare terreno a Siri, per non parlare dei prossimi aggiornamenti di Windows, che renderanno Cortana più attuale.

Come si vede dalla tabella, la capacità di risposta è nettamente migliorata in tutti i sistemi operativi, per cui attendiamo con ansia i risultati dei test del prossimo anno per capire quale sarà l’assistente virtuale più intelligente.

Scopri i 9 strumenti segreti di Google

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

20 − otto =