Guadagnare attraverso i motori di ricerca

Lo sapevate che esistono delle piattaforme che permettono di guadagnare attraverso i motori di ricerca?
Se potessi avere un centesimo per tutte le volte che ho fatto una ricerca in internet, adesso non sarei milionario, ma comunque potrei togliermi un sacco di soddisfazioni.
Esiste una piattaforma, che fa guadagnare attraverso la normale attività giornaliera svolta sui maggiori motori di ricerca.

Guadagnare attraverso i motori di ricerca    Sto parlando di Qmee.com

 

 COME FUNZIONA

Dopo essersi iscritti si istalla una add-on nel browser che state  utilizzando, in questo modo ogni volta che farete una ricerca

su Google, Bing, Yahoo, Amazon ed Ebay, tra i risultati ne appariranno alcuni sponsorizzati, riceverete quindi del denaro per visualizzare queste inserzioni che vi appariranno di lato nel vostro schermo, e non dovrete far altro che cliccarci sopra:

guadagnare attraverso i motori di ricerca è semplice come vedete. I premi in denaro vanno da 5 cent di dollaro a 0.30 centesimi, per fare un semplice click su di un link, non direi che è una gran fatica!

Scommetto che il volume delle vostre ricerche giornaliere aumenterà!!!

Durante l’iscrizione inserite la vostra email collegata alla paypal, perché è lì che riceverete i pagamenti.

Guadagnare attraverso i motori di ricercaA differenza di molte altre piattaforme on line, non bisogna arrivare ad una somma minima per il cash out, ed in più su qmee avrete anche la possibilità di utilizzare i vostri guadagni per sostenere delle campagne benefiche facendo delle donazioni.

Ho sempre la solita brutta notizia da darvi: purtroppo il sito non è attivo nel nostro paese, funziona solo in U.S.A. e U.K.  ma come  ho detto in altri posti, è sufficiente camuffare il vostro ip per accedere alla piattaforma attraverso un proxy estero.

Adesso molti antivirus danno la possibilità di navigare in SAFE ZONE come Avast, oppure AVIRA. Ormai quasi tutti gli anti virus mettono a disposizione per ragioni di sicurezza una vpn o un proxy per navigare. Approfittiamo dell’occasione e colleghiamo il nostro portatile pc o tablet ad un proxy USA o UK ed il gioco è fatto!

Se non si vuole utilizzare un proxy dell’antivirus, sono disponibili diversi programmini per navigare con un ip USA e poter utilizzare le risorse che altrimenti nel nostro paese non sono raggiungibili ( Qualcuno ha ancora dubbi sul fatto che da noi vige un regime autoritario?). Uno di questi programmini si chiama ULTRASURF (u1201.exe), si istalla facilmente e non richiede competenze particolari.

Questo programmino fa risultare che il vostra connessione parte dalla calda California.

logo-blurum Se volete restare invece nell’ambito nazionale, con un sistema molto simile si chiama BLURUM

Qui a differenza di qmee invece di guadagnare soldi, otterrete dei punti per richiedere  premi che verranno inviati a casa.

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

three × two =