Anche Notgiveup partecipa alla campagna notfound.org

Salve a tutti! Oggi volevamo parlarvi di una iniziativa benefica a favore dei bambini scomparsi ideata da Missing Children Europe, che grazie all’ausilio dell’agenzia Famous, ha lanciato la campagna notfound.org.

Chissà quante volte vi sarà capitato di scrivere un nome di una pagina web in modo errato, o di cliccare su un  link che non esiste più. In tutti e due i casi si approda ad una pagina con un messaggio di errore 404, come nell’immagine che vedete qui di lato.

La federazione europea per i minori scomparsi trasforma le pagine di errore 404 da spazio vuoto a luogo utile

Grazie ai servizi di di Amazon Web Services (AWS) ed al progetto notfound.org, le pagine di errore non saranno più uno spazio vuoto, ma conterranno le foto dei bambini scomparsi.  Il progetto permette ai proprietari di siti web di personalizzare le pagine di errore inserendo la foto di un bambino scomparso per fare in modo che molte più persone vedano i visi dei minori, ed aumentare così le possibilità di ritrovarli.

Visita la nostra pagina di errore qui

Purtroppo ogni anno in  Europa viene denunciata la scomparsa di ben 250.000 bambini, un numero davvero impressionante: pensate sparisce un bambino  ogni due minuti.

A oggi sono 5600 i siti europei che hanno aderito a questa iniziativa in sette i paesi coinvolti, Italia compresa.. 13 milioni di foto sono state caricate online, più di 40.000 al giorno!!. Sono ora in corso le trattative per il lancio di NotFound anche negli Stati Uniti e in Canada.

Solidarietà oltre i confini

Il progetto NotFound è stato lanciato in Belgio nel settembre del 2012 e ha immediatamente oltrepassato i confini. “Abbiamo ricevuto migliaia di e-mail e tweet da persone di tutto il mondo che chiedevano quando il progetto sarebbe stato disponibile nel loro paese”. Rendere questa iniziativa accessibile a livello internazionale non è stato semplice perché non esiste una banca dati unica per la gestione dei casi di bambini scomparsi.

Dare visibilità a queste foto è molto importante. Se sei un webmaster, se gestisci un blog o una pagina web, iscriviti anche tu al programma: più siamo e maggiori saranno le probabilità di trovare qualche bambino scomparso.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

two × 2 =