Circa un anno fa ho pubblicato un post sui Recensore Amazon, e in particolar modo come entrare nel programma Vine.

Dopo un anno di recensioni ho scalato la classifica. Adesso oscillo tra la posizione 530 e la 570. Si, mi sono impegnato.Ho scritto una media di 2/3 recensioni a settimana, esclusivamente di prodotti da me acquistati.

Ve lo dico subito: mi sbagliavo, Amazon ancora non mi ha invitato al programma Vine, quindi se credete che automaticamente si entri a far parte dell’elite dei recensori una volta entrato tra i primi 1000, siete in errore.



Le recensioni su commissione

Da quando ho inserito la mia email nell’account di recensore amazon, vengo contattato di continuo da venditori, perlopiù cinesi, che mi offrono oggetti in cambio di recensioni positive.

Il tono è tipo :

Caro amico, come stai? Volevo regalarti in cambio di una recensione a 5 stelle, questo fantastica mascherina anti luce per la notte. Comprala e ti darò metà dei soldi subito, e l’altra metà quando vedrò la recensione positiva.”

Il sistema delle recensioni serve ad evitare acquisti di merce non rispondente alle aspettative. Insomma quest’attività danneggia tutti e specialmente quei compratori, compreso me, che prima di acquistare un prodotto s’informano leggendo l’opinione di chi lo ha già comprato.

Per curiosità sono andato a leggere i le recensioni dei prodotti offerti. Indovinate: i recensori doc danno giudizio positivo, per lo più 5 stelle, e i compratori un giudizio pessimo!

Rispetto a qualche tempo fa, Amazon è stata invasa da prodotti di bassa qualità, che stanno avendo mercato proprio a causa di recensioni fuorvianti.

Su Facebook ci sono pagine dove vengono offerti codici o rimborsi in cambio di recensioni positive. Se state pensando di entrare a far parte di questi gruppi e recensire in cambio di oggetti, sappiate che Amazon vi penalizzerà. Infatti ci sono casi di recensori che sono stati scoperti e sono scivolati nella classifica.

Quello che voglio dire è che la reputazione acquistata faticosamente, non vale i prodotti che vi stanno offrendo. Ognuno poi è libero di fare quello che vuole.

Detto questo continuerò a recensire i miei acquisti in maniera del tutto autonoma. All’inizio ho iniziato a recensire per entrare a far parte di Vine. Lo ammetto, la possibilità di ricevere merce gratis o a buon prezzo mi allettava. Dopo un anno, e dopo tanti voti positivi, far parte di Vine è passato in secondo piano. Per dirla tutta mi fa piacere che estranei valutino positivamente i miei commenti. Dopo un anno di recensioni, mi sono reso conto che la cosa richiede tempo, e tra l’altro non mi fa piacere avere pressioni esterne. Adesso più che altro voglio scalare la classifica, poi deciderò cosa fare!

A proposito della classifica recensore Amazon

Una volta entrato tra i primi 1000, diventa molto più difficile salire, e spesso dopo qualche giorno scopro di aver perso posizioni. La lotta al vertice è più serrata, ed anche qui avvengono manovre scorrette: recensori che valutano negativamente chi li precede in classifica, con l’intento di guadagnare posizioni. Amazon ha iniziato a penalizzare anche questi comportamenti per fortuna, non è neanche così difficile scoprirli.

A farmi scalare le posizioni non sono stati solo le recensioni, ma anche le risposte date agli utenti riguardo prodotti da me acquistati. Siate gentili e soprattutto se altri utenti vi chiedono qualcosa non rispondete “Non lo so!”.  Anche se la richiesta la trovate sulla vostra email, non è indirizzata personalmente a voi, ma a tutti coloro che hanno comprato un articolo ed hanno lasciato un feedback.

Spero di scrivere tra un 5 mesi un articolo dove vi aggiornerò sulla mia posizione in classifica.Ho scritto questi 2 post su Notgiveup per dimostrare che anche partendo da una posizione arretrata in classifica (quando ho iniziato ero 3 milionesimo!!!) si può risalire fino alle prime, basta non mollare mai.

Ciao




 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

5 × 1 =