A causa del Coronavirus e la chiusura di scuole ed università, ci troviamo difronte all’esigenza di continuare la didattica a distanza in modalità E-learning.

Oramai con smartphone e altri dispositivi siamo costantemente connessi ad Internet e ci sono già molte app che mirano a rendere l’apprendimento più facile e veloce e soprattutto fruibile in qualsiasi momento.
In questo modo non è neanche più necessario stare in casa davanti al pc (che non tutti possiedono) per seguire le lezioni, ma basta accedere ai materiali didattici attraverso dispositivi portatili.

Alcuni post fa abbiamo trattato l’argomento presentando una piattaforma in particolare, focalizzando più sull’aspetto economico. Il presente post invece si rivolge agli insegnanti, che a causa dell’emergenza, hanno la necessità di acquisire velocemente informazioni e capacità per offrire le lezioni on line ai propri studenti.

Dobbiamo fare prima una distinzione tra strumenti completi, (alcuni gratuiti, altri a pagamento), e alcune risorse “esterne” (tipo Facebook e Microsoft Teams, Zoom etc. ) che permettono di svolgere lezioni live rivolgendosi ad un gruppo numeroso di studenti.

Di programmi ce ne sono davvero tanti …troppi e bisogna fare una scrematura, e in questo primo post abbiamo deciso di trattare quello più affidabile e semplice da usare: Google Classroom

Google Classroom

Programma completamente on-line al quale si accede attraverso il proprio account Google. Sicuramente è una delle risorse di più immediato utilizzo. Semplice, ed essenziale anche nell’aspetto grafico, permette di organizzare una classe di studenti, inserire materiali, video, compiti e schede di valutazione.

L’universo Google permette l’integrazione di diversi programmi, come ad esempio Hangouts, il programma di video chat che può essere utilizzato per svolgere la video lezione in diretta streaming con i propri studenti.

Classroom è una suite, gratuita e completa a cui si possono aggiungere numerosissime app per stimolare l’apprendimento e la memoria.

Ci sono delle applicazioni come Classcraft, che trasformano la lezione in un gioco di ruolo, o Quiziz che consentono di svolgere le valutazioni formative in modo più coinvolgente, creando delle schede interattive o dei veri e propri giochi con al centro gli argomenti di insegnamento. Naturalmente sono presenti anche app gestionali per avere sempre tutto sotto controllo.

Per accedere basta entrare nel proprio account Google e lasciarsi guidare dalla semplicità di utilizzo di questo strumento agile, gratuito ed efficace.

Dal proprio account Google, bisogna cliccare quel blocco in alto formato da tanti quadratini piccoli, accanto alla lettera o icona, scorrere le applicazioni e scegliere Classroom.

Se non lo vedi tra le tue app, clicca su altro da Google, e ti si aprirà una pagina con delle applicazioni. Cerca Classroom e cliccaci sopra.

Una volta dentro crea il tuo primo corso.

La pagina principale a questo punto (Stream) è la vostra base, da li potrete inserire materiali, gli studenti, e anche i voti.

Inserire gli studenti è davvero semplicissimo, basta andare su Persone – Studenti e cliccare sulla icona con il +.

A quel punto basta inserire l’indirizzo di posta elettronica. Il programma manderà una email con un link allo studente che accettando avrà i permessi per accedere al corso.

Anche inserire il materiale è semplice, per questo on credo sia necessario dilungarmi troppo sulle spiegazioni, preferisco rimandarvi ai numerosi video tutorial presenti su Youtube.

Ce ne sono moltissimi, però ho preferito scegliere uno creato da un docente di francese di un istituto Statale, che ha inserito 2 video: un o lato Docente, e l’altro lato studente.

Insomma, se siete alle prime armi e avete la necessità di utilizzare un programma semplice e completo Google Classroom è un ottimo strumento, con la sicurezza e la stabilità di Google.

AGGIORNAMENTO

A causa della quarantena, per fortuna sono aumentate le persone che hanno caricato tutorial sull’argomento. Tra i tanti vi suggerisco questo video perchè è molto scorrevole.

Di Nerdolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

3 + dodici =