Con questo post vogliamo suggerirvi come fare per riprendere i soldi spesi per volo cancellato, o biglietti aerei inutilizzati a causa del Covid

Durante la pandemia le compagnie aeree hanno bloccato, per ragioni sanitarie, i voli e molti i viaggiatori hanno dovuto rinunciare al viaggio già pagato.

Le maggior parte delle compagnie aeree non hanno restituito i soldi ai viaggiatori, ma hanno offerto un buono (voucher).

Purtroppo nell’incertezza del momento, non si ha neanche la sicurezza di poterli utilizzare, e dato che i Voucher hanno una scadenza, il rischio della perdita totale dei soldi è alto.

Scopri come fare per riprenderti i soldi spesi

Il Voucher è un codice numerico dell’importo del volo cancellato, da inserire al momento di acquistare il nuovo biglietto.

In molti si sono ritrovati senza biglietto, senza soldi e con un credito da spendere, generalmente entro il 30 di giugno del 2021.

Per fortuna che il credito non è nominativo e può essere ceduto ad altre persone. Il problema è mettersi a cercare qualcuno disposto a pagare, e soprattutto effettuare lo scambio in sicurezza.

Certo si può vendere attraverso una pagina social, o attraverso Ebay, ma nel primo caso potrebbero esserci problemi al momento del pagamento, e nel secondo sarebbe meglio avere più esperienza.

Sicuramente esistono soluzioni più pratiche.

Sparefare: market compra vendita di biglietti, prenotazioni e buoni.

Ho cercato come al solito sulla rete per scovare qualche servizio esistente.

Ne ho trovato diversi, ma la soluzione migliore sembra essere Sparefare, sito inglese che offre, agli utenti registrati, la possibilità di mettere in vendita voli aerei, pacchetti vacanze, prenotazioni alberghiere e naturalmente i Voucher.

Una volta registrati al sito, l’inserimento della offerta è veloce ed intuitivo. Va inserito il valore del buono, la compagnia aerea, inizio di validità e fine validità. Si possono inserire nelle note se ci sono cose particolari da sapere.

Salvare tutto ed aspettare delle offerte.

Al momento della vendita, l’acquirente fa una proposta di sconto.

Sta al venditore decidere se vendere il buono a quel prezzo recuperando parte dei soldi spesi, oppure aspettare qualche compratore meno esigente.

Per evitare perdite di tempo vi conviene quindi inserire nelle note il prezzo minimo di vendita. Per esempio se vendete un buono aereo di 500 euro, nelle note scrivete che non accetterete offerte che scendono sotto i 450€.

Nell’esempio qui sotto potete vedere come avviene l’acquisto. Sotto il prezzo del buono c’è una barra relativa allo sconto da proporre al venditore.

Le transazioni avvengono in tutta sicurezza attraverso Paypal.

Qui sotto un video esplicativo della pagina web

Altri siti simili

Come detto non è solo l’unico servizio esistente. Potete anche vedere http://www.cambiobiglietto.it/ sito italiano che si occupa più che altro di scambio di biglietti tra privati, ma sicuramente in una situazione come quella attuale includerà presto anche la compra vendita di voucher

Da valutare come alternativa anche il sito ttps://www.changeyourflight.com/

Di Nerdolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

3 + sedici =